lunedì 22 luglio 2013

Come tutto ebbe inizio...

(English below)

Con questo primo post nasce ufficialmente il mio Blog e direi che un po’ di storia ci vuole, per mettere le cose nella giusta prospettiva.

Tutto cominciò nel 1978, con un ricevitore Magnadyne a 5 valvole che mi avevano regalato perché non funzionava; inoltre la scala parlante in vetro non esisteva più ! All'epoca avevo 13 anni e con l'aiuto di un amico radiotecnico (che aveva un laboratorio di riparazioni radio/tv vicino casa) lo sistemai: il trasformatore audio di uscita era bruciato; sostituimmo rapidamente il componente e voilà, la radio magicamente riprese vita. Il passo successivo fu ricostruire una specie di scala parlante su un vetro trasparente tagliato a misura, utilizzando i trasferibili... ancora la ricordo!

Dopo due anni di "noviziato" sulle onde corte, nel 1980 feci il grande passo ! Con una serie inenarrabile di piagnistei, e con la costanza della goccia d'acqua che scava la roccia, convinsi un mio conoscente (anche lui SWL) a cedermi il suo BC348R, alla modica cifra di 100.000 lire dell'epoca (che forse tanto modica neanche era....).



Ragazzi, che favola ! Il ricevitore era stato modificato con l'introduzione – al posto del dynamotor - di un telaietto con la seconda conversione (a 85 kHz); un lavoro assolutamente ben fatto, che portava l'RX ad un totale di 11 valvole, con sensibilità e selettività spintissime ! Alimentatore ed amplificatore audio (anch'essi a valvole) erano racchiusi in un contenitore esterno. Inutile dire che non me ne sono mai voluto liberare. Il mio conoscente - che credo si pentì presto di avermelo ceduto - provò ripetutamente a chiederlo indietro, senza (ovviamente) spuntarla mai.

Poi vennero la patente di radioamatore (era il 1985, mi fu assegnato il nominativo IK7GDP), il trasferimento a Milano, il lavoro, il matrimonio.... Un bel giorno - siamo nel 2000 - successe qualcosa - una vecchia fiamma riprendeva vita; ripresentai domanda al Ministero e dopo “solo” un anno mi fu assegnato il nominativo che tuttora detengo, IZ2EAS… it has been a long road from there to here. Inutile dire che il fido BC348R mi ha seguito fino a Milano ed è tuttora con me.


I was a teenager in 1980 when, after having spent two years listening to the short waves using a domestic 5-tubes receiver, I decided it was time to make the big jump and get my first “real” receiver! 

With the constancy of the drop of water that digs the rock, I convinced a friend of mine (who was a SWL too) to sell me his BC348R; he had a brand new Grundig Satellit 2100, so he did not need that old, bulky, heavy metal box any longer (well, that was my point). 

Guys, that was a dream come true ! A real receiver, at last. The receiver had been modified by its first owner: he introduced – in place of the dynamotor - a small board with the second conversion (915 kHz to 85 kHz) – made using only tubes. An absolutely well done job, which increased the total number of tubes to 11, guaranteeing very high sensitivity and selectivity! He added also a nice looking S-meter. The power supply and the audio amplifier (which also used tubes) were built in an separate box. 

I spent countless hours in front of my BC348R; at that time the tropical bands – my favorite hunting ground – were very active, with stations from Asia appearing in the afternoon, followed by Africa in the evening and then – in the deep of the night/early morning – by stations from Central and South America. Sure it was hard to get a QSL card or a confirmation letter from them, but it was good fun nevertheless. 

The BC348R performed flawlessly; the “black beauties” of death (the black/brown capacitors that tended to leak) had been replaced by the first owner, I replaced a power resistor in the second conversion once, but never had to replace a single tube despite the heavy usage.


Needless to say, I never wanted to part from it; when I relocated from my home town to Milano, it followed me. My SWL friend - who I think soon repented of having sold it to me - tried repeatedly to buy it back, without success. And even if now I use SDRs and modern equipment for the “serious” job, the BC348R has been the first radio to enter my shack, and it will be the last to leave it !

Nessun commento:

Posta un commento